In direzione ostinata e contraria


… “per chi viaggia in direzione ostinata e contraria
col suo marchio speciale di speciale disperazione
e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi
per consegnare alla morte una goccia di splendore
di umanità di verità”
Fabrizio De Andrè

Da alcune settimane qui si guarda al mondo con occhi stralunati mentre  una sottile e disperata depressione avvolge i gesti e le parole.

I “venti di guerra” soffiano impetuosi tra le dune e il plauso generale … partecipiamo orgogliosi all’ennesima guerra umanitaria per mantenere la pace.. o forse per petrolio, gas e uranio. Nel frattempo tutto il Nord Africa è scosso dalle rivolte di piazza: milioni di manifestanti chiedono libertà, democrazia e lavoro; a migliaia prendono il mare alla ricerca di un futuro e l’occidente li ributta possibilmente a mare o li rinchiude in qualche lager che chiama con crudele eufemismo “centro di accoglienza”. Queste moltitudini sono alla ricerca del benessere, quello propagandato e sbandierato dall’occidente ricco e consumatore. E non sono certo le sole: miliardi tra cinesi, indiani, russi, brasiliani, messicani, filippini … hanno già imboccato la strada del consumismo globalizzato. Giustamente! Per secoli li abbiamo rapinati, colonizzati, sfruttati e adesso tocca a loro sedersi alla tavola imbandita del progresso. Provate ad immaginare cosa potrebbe accadere se questa umanità sconfinata domani facesse propria l’alimentazione e il tenore di vita occidentali … provate ad immaginare anche che senso potrebbero avere le parole “decrescita”, “transizione” ecc. alle orecchie di una moltitudine appena uscita dalla povertà, dall’indigenza e dalla fame, quella vera.

Intanto a Fukushima l’ineluttabile tragedia nucleare si annuncia tra menzogne, mezze verità e cinismo. In Italia però per quanto riguarda il nucleare … ci ripensiamo: riparleremo di nucleare tra un anno, quando la buriana sarà passata insieme alle elezioni amministrative. Abbiamo la classe politica che ci meritiamo e che abbiamo voluto.

Ma la buriana non passa e non passerà: date una lettura qui e qui tanto per rallegrarvi la giornata.

Certo, sparse per il pianeta vivono, sperano e lottano anche persone che vanno in direzione ostinata e contraria alla fascinazione delle merci e della globalizzazione ma la sproporzione dei rapporti è talmente evidente e incolmabile da lasciare ben poche speranze.

Eppure primavera è arrivata e noi si pianta e trapianta nell’orto e si resta inebriati dai profumi e dai colori, forse arriverà una nube carica di Iodio131 o di Cesio137, ma noi, le api, gli uccelli, i fiori  non lo sappiamo e continuiamo la nostra vita e il nostro lavoro. Ci godiamo il possibile dando un occhiata alla Rete più speso del dovuto alla ricerca di notizie e di mappe meteo, perchè un poco di angoscia e di paura si sono installate tra noi e la vita.

Continuiamo ad arrancare in direzione ostinata e contraria.

Annunci

6 risposte a “In direzione ostinata e contraria

  1. Bel post, è rincuorante per tutti coloro che credono di viaggiare in direzione ostinata e contraria!
    Io andrei cauto con “milioni di manifestanti chiedono libertà, democrazia e lavoro”… c’è chi dice che si tratta del solito teatrino orchestrato dai big… Aspettiamo prima di parlarne con toni entusiastici!

  2. ma i saggi che fine hanno fatto? boh, non so perchè ma il vecchio saggio è da solo nell’orto e i furbi sventati sono al potere. Nei popoli primitivi il saggio era il capo-tribu, i furbi facevano una brutta fine!

  3. Mah, da dove ci arrivano queste voci di rivolta? L’UCK veniva considerato dai media un’organizzazione di ribelli..
    Insomma la Libia in particolare ha avuto un grande sviluppo dopo l’ascesa di gheddafi… ho seri dubbi.
    P.S.= i saggi ci sono, ma i furbi fanno in modo che ogni saggio pensi di essere l’unico “strano”… In bocca al lupo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...