Message In A Bottle n°1


… Spero che qualcuno riceva il mio

Messaggio nella bottiglia

Passeggiando questa mattina

Non credevo a quello che ho visto

Cento miliardi di bottiglie

Lavate sulla costa …

(Message In A Bottle, Police)

Una delle critiche ad Internet che spesso  ci capita di fare o ascoltare riguarda le “lettere”: non si scrivono più perché soppiantate dalle e-mail, dalla scrittura digitale.

Eppure tutti abbiamo nella testa “lettere” da scrivere, che non abbiamo mai scritto, che vorremmo scrivere, che non scriviamo perché non sappiamo a quale indirizzo spedirle o perché non ci sono indirizzi a cui spedirle.

Allora “Messages In A Bottle” da lanciare nel mare della rete … forse arriveranno a destinazione o magari no, ma che importa?!

Caro Borgo Cerri         25 Settembre 2010

Ieri io e Manù siamo tornati a trovarti, dopo 15 mesi dal nostro trasloco e conseguenti catastrofiche disavventure.

Il "giardino delle erbe" oggi

Saltati in auto abbiamo percorso il ponente ligure e poi imboccato la statale 382 fino a Gazzo, saliti lungo la tortuosa stradina  siamo arrivati. Avevamo la scusa di tornare per prendere piantine di rose, lavanda, timo … ma in fondo era la curiosità e un poco di nostalgia a spingerci fino a li.

Tra le tue case e terrazze e boschi abbiamo vissuto oltre sei anni, abbiamo avuto sogni anche ingenui e forse siamo stati felici. Certo che di fatiche, lavoro e impegno ce ne hai richiesto … in cambio i tuoi doni sono stati abbondanti.

Quando siamo arrivati ci siamo un poco intristiti per quello che appariva come abbandono: la tua natura è potente: il bosco si sta riprendendo rapidamente lo spazio che avevamo occupato. L’orto, il giardino delle erbe, gli alberi da frutto, i sentieri, tutto ormai irriconoscibile e coperto di rovi e vitalbe.

"Orto sinergico" oggi

La casa in parte ricoperta di edere, la fontana avviluppata dall’uva fragola: nessun umano vive più con te e non pensiamo torneranno altri a viverci.

Eppure ci sono stati giorni in cui in tanti abbiamo percorso i tuoi sentieri e alla fontana cucinavamo tra grida e risa, l’aria sapeva di profumi intensi, e magari questo ti rendeva felice. Adesso abitiamo in un altro luogo ma a volte ci mancano e ci mancheranno i tuoi boschi, i piccoli e limpidi torrenti, il volo dei bianconi e le volpi in cortile. Ma ad essere sinceri non ci mancheranno le tue stanze piccole e umide, la fatica della legna,  il fumo della stufa e non ci mancheranno gli umani del luogo.

Non pensiamo di tornare a trovarti, per poi magari scoprire l’ulteriore rovina o per vederti trasformato in un villaggio vacanze, ti terremo nella memoria e nel cuore come un bel sogno realizzato solo a metà e infranto dall’avidità umana.

Allora buona vita e buon cammino.

"Entrata di casa" oggi

"L'uscio di casa" oggi

Annunci

5 risposte a “Message In A Bottle n°1

  1. Caro Renato, Cara Manù,
    mando le mie lacrime insieme al fumo della sigaretta condita!
    Pasquale:….MMmm Bellaaa…
    AD MAJORA nel giorno del Compleanno
    ed un abbraccio strettissimo!
    Avanti Guerriero,
    che un po’di nostalgia fa anche bene!
    Besos, Hasta la Victoria, Siempre.
    Anna e Pasquale!

  2. Forse a volte e meglio tenere solo un bel ricordo…
    MI hai fatto commuovere.
    Buon cammino a voi
    buon cammino al Borgo… e chissà che un domani non troppo lontano non torni a vivere… chissà…

  3. si, concordo con voi, meglio un ricordo dignitoso che una realtà rivoltante
    A Borgo Cerri ci eravamo innamorati un po tutti noi che vi seguivamo dal blog Selvatici

    buon cammino anche a voi

    ciao
    Enrico

  4. Carissimi,
    Mi ricordo vivamente una domenica mattina a Borgo Cerri quando la nebbia si era disperso ed era uscito il sole sulle vostre fasce…il posto l’avete condiviso in modo molto generoso con tutti e penso che quel luogo rimarrà nel cuore di tante persone. I selvatici riescono a vedere la bellezza del selvatico che si riprende il suo spazio e sicuramente quel luogo vi ha riconosciuto e vi ha augurato ogni bene!
    Un abbraccio Etain

  5. Ciao Etain, non ci credevo che usavi internet!! Un abbraccio a voi tutti anche da Manù!!
    Forse mi sbaglio ma il tasso che si è prontamente installato vicino al nuovo orto aveva una faccia conosciuta … per non dire delle 12 poiane apparse improvvisamente sul cielo sopra la casa alla fine di agosto!
    Forse quello che dai prima o poi ritorna!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...