Con la zappa, il badile e gli occhiali


L'orto che verrà

Con i potenti mezzi tecnici a disposizione (vanga pavese, zappone da montagna e badile quadro) ho iniziato  l’impostazione dell’orto sinergico o almeno la preparazione di due bancali su sei: uno per i trapianti veloci di cavoli vari, verze, porri ecc. e il secondo che accogliera a novembre anche aglio, piselli e fave. Le consociazioni sono saltate mentre  distanze e misure hanno subito qualche variazione. Il primo bancale (quello vicino al compost) è più largo perchè ospiteràle zucche Berrettine (sottotipo piacentino della chioggia) e il trapianto è stato effettuato di corsa prima di un provvidenziale temporale.

Il terreno, praticamente tufo, ha uno strato fertile sottile quindi la vangatura è stata tipo a domino dove le zolle al posto di essere rivoltate vengono sdraiate per non fare emergere lo strato meno fertile. Prima però zappatura della cotica erbosa, in questo caso gramigna, e vangando accurata pulizia dai rizomi. Tutto viene compostato, la cotica e i rizzzomi a parte e solamente dopo una accurata essicazione onde evitare che ributtino. Grande mucchio di compost visto che non abbiamo letame, ogni giorno faccio un giro con i cani e porto un sacco di materiale dal sottobosco, frutta caduta e anche ritagli di cuoio visto che per i manufatti artigianali usiamo “cuoio grasso italiano a concia vegetale” ovvero conciato con il tannino. Tra parentesi questi scarti saranno ottimi per concimare l’asparagiaia.

Appena finiti i due bancali provvederò a recintarli dato che caprioli e cinghiali non mancano … mentre un tasso ha pensato bene di scavare la tana a poche decine di metri . Ho fatto  un piccolo orto tradizionale  vicino a casa con insalate varie, prezemolo ecc. per i consumi autunnali e ho iniziato anche il giardino delle erbe officinali. Insomma un lavorone ma siamo energetici, positivi e felici dei progressi. Progettasi festeggiamenti per il primo cespo di insalata raccolto!!



Annunci

7 risposte a “Con la zappa, il badile e gli occhiali

  1. Complimenti, questa è arte, oltre che orticoltura al livello più nobile!
    Io ancora manco un po’ di esperienza… quest’anno patate e fagioli mi sono cominciati ad appassire prima della fine di agosto, forse un improvviso calo di temperatura qui in montagna, chissà!

  2. Mi sembra un ottimo progetto. Oltre ad aggiungere composto per migliorare la struttura del tuo terreno, ti suggerisco di praticare il sovescio piantando fave da sfalciare prima dell’inizio delle coltivazioni primaverili-estive.

  3. Ottimo consiglio, pensavo al sovescio anche per quella parte di terreno in cui vorrei piantareQuinoa e grano sraceno!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...