Ciascuno ha i suoi valori


La scrittura di Erri De Luca ha la capacità di farmi sentire a casa, ovvero di trasportarmi in un contesto di sensazioni ed emozioni famigliari, sarà perché De Luca è della mia generazione o per la sua storia di coraggiosa coerenza o per la sua militanza in Lotta Continua negli anni 60/70 (se non erro in quel tempo era responsabile di un qualche servizio d’ordine ma forse dico una fesseria … la memoria di quegli anni e ormai costellata di buchi, vuoi per l’età, vuoi per una sorta di pudore nel confronto dell’inconsistenza del presente). Questa poesia ha il dono di consentire al lettore aggiunte segrete, la si può prolungare e dilatare … condividere.

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finché dura un pasto, un sorriso involontario,
la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi
vale ancora poco.
Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere
in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,
provare gratitudine senza ricordarsi di che.
Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord, qual è il nome
del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,
la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.
Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.

Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri De Luca

Annunci

2 risposte a “Ciascuno ha i suoi valori

  1. Un giorno vidi in tv un’intervista a De Luca.
    Mi piacque molto.
    MI colpì questa fuga dalla routine della fabbrica tramite lo studio dell’ebraico antico.
    Lavoro,prigione,fuga…

    Dedicarsi così tanto a una cosa che il senso comune trova dannatamente inutile.
    Ma per lui è stata la salvezza…
    La relatività dell’utilità.

    Mi è piaciuto Erri De Luca-tirrenico, seduto a guardare il sole che ogni giorno muore dentro al mare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...