Lettera toscana


Riceviamo da Mario Cecchi, voce narrante del Popolo degli Elfi, e inoltriamo con invito alla diffusione nella regione Toscana, ma anche come spunto di discussione

Firenze, 26 gennaio 2010

LETTERA APERTA

AI CANDIDATI PRESIDENTI DELLA REGIONE TOSCANA

Gentile candidato presidente,

in vista delle prossime consultazioni elettorali amministrative e regionali, le seguenti Associazioni, impegnate a favore dell’agricoltura contadina e per il recupero produttivo del territorio rurale, le propongono di inserire nel suo programma per l’agricoltura i seguenti punti:

Semina

  1. Adozione di una legge regionale per l’agricoltura contadina (la preghiamo di vedere il documento allegato);
  2. Adozione di una legge regionale di attuazione della legge sulla montagna (la L. 97 del 31/01/1994 è inattuata da 15 anni… forse sarebbe tempo di…!);
  3. Adozione di una legge regionale per istituire il Registro regionale delle sementi e la conservazione, e attuare il D.Lgs 149 del 29/10/2009 in attuazione della direttiva 2008/62/CE concernente deroghe per l’ammissione di ecotipi e varietà agricole naturalmente adattate alle condizioni locali e regionali e minacciate di erosione genetica, nonché per la commercializzazione di sementi e di tuberi di patate a semina di tali ecotipi e varietà;
  4. Istituzione di un assessorato per l’economia rurale e la salvaguardia dell’identità contadina sul territorio, mantenendo la ruralità anche  a quelle situazioni che pur non avendo i requisiti previsti dalla legge nr. 296 del 27/12/2006 (iscrizione alla Camera di Commercio come imprenditore agricolo o come coltivatore diretto), abbiano le caratteristiche inconfutabili di fondo rurale;
  5. Favorire l’accesso alla terra dei giovani o di chiunque ne faccia richiesta con lo scopo di custodire il territorio in cui essi abitano, tramite anche la concessione delle terre civiche e demaniali in ottemperanza alla loro destinazione d’uso che è prevalentemente agro-silvo-pastorale, compatibilmente con il ruolo sociale di queste terre, dette anche beni comuni, e in funzione delle comunità rurali ivi residenti (non subordinandole a logiche di produzione e profitto).

Infine le chiediamo cosa esplicitamente e in concreto pensa di fare per incoraggiare l’agricoltura contadina quale principale attività per contrastare l’incuria del territorio e quindi prevenire il periodico rischio di gravi incendi e altri dissesti idro-geologici.

Le nostre Associazioni contano migliaia di soci ma godono di una ben più ampia base di attenzione e di stima. Sarà nostra cura riportare a tutti i soci, sui nostri periodici, sui nostri siti e nei prossimi incontri pubblici la sua risposta oppure, eventualmente (speriamo di no), il suo silenzio.

In attesa di un auspicato riscontro, i nostri cordiali saluti.

Hanno aderito:

Ass. Il popolo della Madre Terra

Ass. Venti di Terra

Ass. Basilico

Ass. Nascere Liberi

A.S.C.I.

C.I.R. Toscana

W.W.O.O.F. Toscana

R.I.V.E.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...