PETIZIONE ANTINUCLEARE


PETIZIONE POPOLARE

NON ABBIAMO BISOGNO DEL NUCLEARE

Al Presidente della Repubblica,
Al Presidente del Senato,
Al Presidente della Camera Deputati,
Al Presidente del Consiglio,
Ai Parlamentari tutti

Noi cittadini e cittadine italiane, visto il “Piano Triennale per lo Sviluppo”, approvato dal Consiglio dei Ministri, che lancia “il ritorno all’ energia nucleare”, facciamo presente che:

a. Il popolo italiano ha votato a larghissima maggioranza, con i 3 referendum del 1987, l’uscita definitiva dell’Italia dall’avventura nucleare, come hanno deciso anche Austria e Polonia (che non hanno avviato le loro centrali già costruite), Danimarca, Grecia, Norvegia e Irlanda (che hanno rinunciato alla loro costruzione), Germania, Belgio, Olanda, Spagna e Svezia (che hanno deciso di non costruire più centrali nucleari nel loro territorio, puntando sulle energie rinnovabili).

sunrise_over_nordgermersleben

b. Il nucleare non ci libera dalla dipendenza dall’estero: l’uranio è una fonte esauribile; per far funzionare le centrali dovremmo importarlo e il suo prezzo sta salendo ancora più rapidamente del petrolio: dal 2001 al 2007 si è moltiplicato per dieci.

c. Non esiste il nucleare “sicuro” e “pulito”: i reattori di “quarta generazione” sono previsti tra 25-35 anni (dopo il 2030, attorno al 2040); intanto il governo vuole costruire centrali di “terza generazione” che non hanno risolto né il problema della sicurezza ( non c’è solo Cernobyl, ma decine di incidenti gravissimi come quelli che hanno provocato 7 morti nelle centrali giapponesi tra il 1995 e il 2005) né di come smaltire le scorie che restano radioattive per centinaia e migliaia di anni.

d. La strada maestra sono le energie rinnovabili: Germania, Spagna, Austria, Grecia, Danimarca e tanti altri stati, europei e non, si stanno liberando dalla schiavitù del petrolio investendo grandi risorse sull’ energia solare termica, fotovoltaica e a concentrazione, sull’ energia eolica e sul risparmio e razionalizzazione degli attuali consumi. In Italia basterebbe coprire di pannelli fotovoltaici solo lo 0,1% (un millesimo) del territorio nazionale (utilizzando un decimo di tetti, pensiline, barriere autostradali ecc.) per soddisfare il 20% del fabbisogno nazionale di energia elettrica.

e. Il nucleare è fuori mercato, vive grazie a sovvenzioni statali e militari: Le stime Usa per i nuovi impianti danno il costo del kWh nucleare a 6.3 cent, addirittura il 20% in più dei 5,5 cent del gas o 5,6 del carbone (anche questi, peraltro, dannosi per la salute e l’ambiente). Per questo negli Usa, nonostante gli enormi incentivi stanziati da Bush, nessun privato ci investe dal 1976. L’unico reattore in costruzione in Europa è in Finlandia, perchè quello stato carica sul proprio bilancio (dei contribuenti) smaltimento delle scorie e smantellamento finale della centrale (che costa quasi come la costruzione). Gli altri 8 stati che, nel mondo, investono nel nucleare, lo fanno, quasi tutti, per produrre anche materia prima per le bombe: Cina, India, Russia, Pakistan, Giappone, Argentina, Romania e l’Iran, attualmente nel mirino degli Usa, perchè non è suo alleato.

Perciò chiediamo ai massimi rappresentanti di Stato e Parlamento di non tradire la volontà popolare e non imboccare, con i nostri soldi, questo costosissimo vicolo cieco.

I firmatari sono informati, ai sensi dell’art. 13 decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 [Codice in materia di protezione dei dati personali], che promotrice della petizione è la lista civica nazionale PER IL BENE COMUNE con sede nazionale in Ferrara, Piazzale Stazione 15 , e che possono esercitare i diritti di cui all´art. 7 del codice della privacy scrivendo al responsabile del trattamento dati personali dott.ssa Benini Monia. I dati personali verranno trattati per le sole finalità della presente petizione.

CLICCA QUI PER ADERIRE

Annunci

9 risposte a “PETIZIONE ANTINUCLEARE

  1. ……PERCHE’ IL MALE TRIONFI, E’ NECESSARIO CHE I BUONI RINUNCINO ALL’AZIONE………

  2. L’UOMO SI STA’ ORGANIZZANDO IN MODO CHE I FIGLI DEI NOSTRI FIGLI VIVRANNO IN UN MONDO DI VELENI E CHE PER USCIRE DI CASA SARA’ OBBLIGATORIO INDOSSARE TUTE E MASCHERE ANTI…………TUTTO , CHE ANGOSCIA !!!!!

  3. ” NON CI INTERESSA LA RICCHEZZA, CIO’ CHE VOGLIAMO E’ ALLEVARE BENE I NOSTRI FIGLI. LA RICCHEZZA NON E’ DI NESSUNA UTILITA’ E NON SI PUO’ PORTARLA CON NOI UNA VOLTA MORTI. NOI NON VOGLIAMO RICCHEZZE. VOGLIAMO AMORE E PACE ” ( NUVOLA ROSSA CAPO SIOUX )

  4. Selvatici, hai pienamente ragione!
    Noi blogger non siamo che dei falliti. Scriviamo, scriviamo, scriviamo. Crediamo di informare qualcuno ma infondo informiamo chi già è informato. Davanti i nostri monitor siamo dei paladini, eroi; spento il pc si ritorna ad essere dei buoni sudditi.
    Quando propongo di evadere le tesse, quando propongo di occupare della terra e chiedere indipendenza dallo stato, gli stessi blogger che prima parlavano di disubbidienza civile mi ridono in faccia. Perché secondo te non viene posta alcuna censura ai blogger pur informando in piena libertà (su internet leggi di tutto, dalla massoneria alle tecniche di controllo mentale)? Perché internet è diventato un mondo a se. Come dicevo prima, qui dentro siamo tutti eroi, filosofi, ribelli, disubbidienti, pacifici, non violenti, incorruttibili. Spento il pc spegniamo il cervello.
    Tutti si lamentano ma nessuno propone niente di concreto. Quando anche qualcuno propone qualcosa, viene schernito.
    A questo punto non lamentiamoci.

  5. “E’ nel sonno delle coscienze che maturano le dittature.”

    “Può tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro. In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi è un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa più rapidamente della civiltà e dell’abitudine alla libertà, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare.
    Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperità di tutti. In casi del genere, non sarà neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri… Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, troverà la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Basterà che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamerà a rispondere del resto. Che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine è già schiava in fondo al cuore, schiava del suo benessere e da un momento all’altro può presentarsi l’uomo destinato ad asservirla. Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei propri affari privati i più piccoli partiti possono impadronirsi del potere.
    Non è raro allora vedere sulla vasta scena del mondo delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilità disponendo a capriccio di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi; tanto che non si può fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo.”

    Alexis de Tocqueville, (1805 – 1859), filosofo, politico e storico francese.

  6. STOP AL NUCLEARE!!!!!! NO al NUCLEARE!!! PER I NOSTRI FIGLI…. PER NOI TUTTI!!!
    Le alternative ci sono!!!!!!!
    una politica corrotta da poche teste non puo decidere per quasi 60 milioni di cittadini!!!!!!!!
    Con tanti miliardi di euro che saranno spesi, per la costruzione, mantenimento, acquisto di materiale radiattivo, smaltimenti “FANTASMI” dei rifiuti radioattivi ( perche ad oggi non esiste soluzione) quante alternative “PULITE” possiamo alimentare??? e quante ricchezze possiamo elargire per tutti coloro che investiranno nelle “ENERGI RINNOVABILI”?
    IO e PER LA MIA FAMIGLIA… DICO NO AL NUCLEARE!!!!!

  7. “” Ci liberiamo di un problema passandolo in eredità alle generazioni future, perché queste scorie saranno attive per millenni””

    carlo rubbia
    premio nobel

    NO AL NUCLEARE!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. visto che praticamente l’opposizione è paralizzata, ed il governo come da programma, sta andando giù (e non solo metaforicamente) diritto col nucleare, ma vogliamo dare una sferzata a questa minaccia che incombe????????

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...