La cromantica della patata


In questo periodo sto “cavando” le patate che in seguito andranno a riposare al buio del magazzino. Avevo messo 4 varietà: Monna Lisa ( per purea, gnocchi, polpette), Rossa di Caprauna (da fare in teglia con l’aglio e i porcini…slurp) e 2 tipi strani diciamo … a pasta viola e piccole a tubero, il nome non lo ricordo ma squisite. Il tutto è una gioia per il palato ma anche per gli occhi.

Nel frattempo le nostre galline (parola grossa per i volatili in questione), di tipo detto “americane” razza “combattente” di dimensioni microbiche, a testimonianza che non finiranno ne in pentola ne al forno con le sopra citate patate, hanno deciso di emigrare dal pollaio al cortile, rendendo inutile tutto il lavoro e creando scompiglio tra i gatti, indecisi se mangiarle o ignorarle …ha prevalso la seconda ipotesi!

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...