L’impronta selvatica


Renato e Massimo alla costruzione del pollaio

(Renato e Massimo-Fagiolino alle prese con il pollaio…)

Durante il corso della propria vita ciascuno di noi lascia la propria impronta sul Pianeta: la cosi detta Impronta Ecologica, ovvero la quantità di risorse che consumiamo e quindi la superficie di Pianeta che occorre per produrle..

Alcune di queste risorse sono rinnovabili in tempi più o meno lunghi, altre no.

Ad esempio per i giacimenti di petrolio, carbone e gas naturale sono occorse decine di migliaia di anni e non si riformeranno, milioni di anni è durata invece l’evoluzione della biodiversità: le specie estinte non torneranno.

Che ci piaccia o meno ogni nostra attività ha un costo per il Pianeta che ci ospita e per mantenere l’equilibrio naturale dovremmo ritornare quanto prendiamo: questo è il principio fondamentale dell’Agricoltura Naturale e anche quello delle culture e delle tradizioni dei Popoli Nativi. La stragrande maggioranza del genere umano ignora e non rispetta questo principio, l’uomo ha perso l’incanto di vivere in armonia con la Natura, di esserne parte: di tutti gli esseri viventi siamo i soli a produrre rifiutie siamo i soli a non servire a nessun altro essere, animato o meno.

Detto questo … possiamo fare una bella lista di buone intenzioni, o dibattere all’infinito su quasi tutto per ritrovarci d’accordo su quasi niente.

Possiamo invece ritornare ad essere ri/abitanti del nostro luogo, possiamo agire il cambiamento nella nostra vita quotidiana e in quella collettiva: possiamo Tornare Selvaggi” come ci dice JesseWolf Harding, artista e attivista ecologista

Abbiamo trovato in rete una tabella che consente di fare automaticamente il calcolo dell’Impronta Ecologica riferita alla superficie di terreno necessaria alla nostra vita quotidiana. Il calcolo avviene in maniera automatica e si può confrontarlo con la media pro capite dei vari paesi e a quello globale. Può sembrare una cosa semplicistica ma rende l’idea dei come i differenti consumi contribuiscano a divorare risorse e biodiversità.

La tabella la trovate QUI, ad ogni voce, dopo aver cancellato la cifra presente va inserita la nostra, alla fine il calcolo è automatico poi in basso a sinistra i comandi per grafici e comparazioni.

Parla a tutti quanti ne hanno bisogno

Parla a tutti quanti ne hanno bisogno

Quelli che sono venuti prima di te

Quelli che sono con te ora

Quelli di passaggio, passa parola

Parla alle aquile, parla ai corvi

Parla al vento, parla al lampo

Parla alle montagne, parla agli alberi

Parla ai fiumi, parla alla pioggia

Sotto & sopra & tutto attorno

Questo è il modo in cui tutto ha avuto inizio

Porta doni a chi se lo merita

Porta doni per mantenere le cose come stanno

Porta doni affinché le cose cambino

Porta doni perché semplicemente lo vuoi fare

Porta doni al sole, doni alla luna

Doni al lampo, doni al tuono

Un dono per l’umida madre

Doni per l’antico fuoco che brucia

Sotto & sopra & tutto attorno

Questo è il modo in cui tutto ha avuto inizio

James Koller

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...