Buskers


Marco

Durante le ultime due manifestazioni a cui abbiamo partecipato come “artigiani artistici” abbiamo avuto modo di conoscere un piccolo gruppo di musicisti di strada, ma definirli così è veramente riduttivo e allora chiamiamoli “artisti” di strada, di origine rumena e italiana.

Dico artisti perché costruire strumenti come violini, bassi, mandole, flauti, zampogne e suonarli con passione e talento vuole dire fare arte e cultura.

Il banco degli strumenti musicali

La cosa più bella: la loro allegria: nonostante dormissero sotto un telo, nonostante il tempo inclemente, nonostante i pochi soldi e i pochi apprezzamenti … loro suonavano con l’anima.

L’amicizia è stata immediata, e ci ha permesso di condividere un sogno: una carovana di musicanti, artigiani, artisti girovaghi di strada.

Li reicontreremo a ottobre e nel frattempo li ricordiamo con affetto, Jancsi, Szabi e Marco, bardi di un tempo passato e di uno ancora a venire … se ci fosse una giustizia in questo tempo ai loro concerti acustici ci sarebbero migliaia di persone e a quelli dei rokkettari patinati … neanche una.

Buon cammino bardi, buon cammino.

Se volete date un’occhiata al sito:

http://tutorus.tripod.com/index.html

Szabi

Annunci

Una risposta a “Buskers

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...